News

Sabato 13 e domenica 14 giugno, nel corso delle due gare disputate sul circuito del Mugello e valide per il Campionato Italiano Velocità, Simone Saltarelli è tornato grande. Il forte pilota di Senigallia ha potuto finalmente portare a termine entrambe le gare senza particolari intoppi e problemi tecnici che gli hanno finora impedito di concludere le gare disputate da inizio stagione.
Una grande determinazione che, alla fine, ha premiato tutti, il pilota e il team (Grandi-Alfonsi-LR). La compagine aveva iniziato bene il weekend piazzando la loro Ducati Panigale al 5° posto nelle libere all’11° in griglia ufficiale. Un buon piazzamento e una giusta iniezione di fiducia, se si considera la mancanza di riferimenti e di chilometri percorsi.
In gara uno Saltarelli ha conquistato la settima piazza a 5 secondi dal podio; un buon risultato se consideriamo che si tratta del primo long run con serbatoio pieno e gomme per la prima gara sfruttate a pieno. Ma questo non poteva bastare per Saltarelli che, si sa, è un pilota che non si accontenta. E allora, a testa bassa, cercando di ottenere aiuto da Michelin, si lavora per migliorare le prestazioni per domenica.
E gara due finalmente arriva, ma è prevista pioggia con successive schiarite e Simone rischia facendo montare le gomme rain. Nel frattempo Goi e Pirro, del team ufficiale Ducati, avevano scelto le intermedie. La scelta si dimostrerà azzeccata, perchè ha consentito a Saltarelli di attaccare subito e condurre addirittura la gara in testa per sei giri, prendendo più margine possibile. Ecco che cessa di piovere, la pista si asciuga e rinvengono Pirro e Goi che raggiungono Simone. Saltarelli prova a resistere ma cede ad entrambi. Riuscirà però a tenersi il terzo posto con un gioco al risparmio di gomme e gestendo il buon margine ottenuto in precedenza.
Podio, quindi; un grande risultato inaspettato. Simone al termine ha dichiarato: “Sono proprio soddisfatto, ci voleva! Ringrazio il team, la Michelin (che grazie al terzo posto ha scelto di fornire a Saltarelli i materiali migliori in futuro) ma sopratutto sono orgoglioso di me stesso. Ho fatto le scelte giuste. Ora ci prepariamo per la prossima gara per il 18 e 19 luglio ad Imola, dove spero di poter contare su uno step di elettronica e motore che mi consentirebbero di andare ancora più forte e competere alla pari con le Ducati ufficiali“.

Lascia un commento

Commento
Nome*
Mail*
Sito web*